Pubblicazione Poesie del giorno

Pagina iniziale

Tematiche e testi

Poeti del sito

Narratori del sito

 Poetare | Poesie | Licenze | Fucina | Guida | Strumenti | Metrica | Figure retoriche | Creazione | Autori | Biografie

Poesie pubblicate il 18-19-20 Settembre 2021

Nell'inviare le poesie,  attenersi al regolamento
-cliccare per leggerlo-

Tutti i testi,  per essere pubblicati il giorno seguente, devono pervenire entro le ore 19.00

Le poesie, i racconti ed altro materiale devono essere inviati a
lurienzo@tiscali.it
e non a lordeninis@yahoo.it, account non più in uso

In questa pagina non vengono inserite immagini

Antologia poetica

L'amore - La donna - Morte dei propri cari - Affetto per i propri cari- Tristezza e solitudine - Il dolore - La nostalgia - Racconto di un episodio - La natura - Gli animali - Gli oggetti - I desideri - I ricordi - Il poeta e se stesso - Il poeta e i luoghi - Il poeta si diverte - La poesia per i poeti -


 
Novità | Concorsi di poesia | Poesie consigliate | Racconti consigliati

Invia i tuoi racconti      Recensioni       La sorgente delle poesie      La Nuova Giostra della satira      Rubrica di annunci    


 

Invia le tue poesie

    

Consiglia una poesia

 

Commenti
 


Poesie d'esordio
2002-2016
 



 

62
Nella tua continuità

ci stai ancora bene nel tuo soma
malgrado la spada di damocle degli anni
spiace un giorno
lasciare i cari libri e
l' "abitudine" alla scrittura

ma nella tua continuità
la mente espansa
avrà infiniti collegamenti e
sarai tu il motore di ricerca

sarai nel Tutto e tutto
è te -cos' altro più-

Da Afflati, 2018-2019
Felice Serino
 

Al traforo
all' improvviso un apparizione li al traforo
dove era appena cominciata la salita
e il cammino di luce era finito
L'oscurità mordeva l'amore
Era la disperazione riflessa in me
o era lei che mi richiamava a se?
Per favore non fatevi più vedere
voglio solo stare a testa china
e scappare per dileguarmi
Dimmi perché ho paura dei miei peccati
Dimmi Perché ho paura di lei
Rifletto, ma la sua luce e spenta e
non può accogliermi...c'è odio
Per favore non fatevi più vedere
voglio solo stare a testa china
e scappare per dileguarmi
Mi avevano avvertito che non sarebbe stata facile
ma caparbio mi sono inoltrato in alto mare
Ricordo per me e sempre un gioco
Volevo sapere solo se c'era...
Per favore non fatevi più vedere
voglio solo stare a testa china
e scappare per dileguarmi
Dimmi quando come e perché
E' diventato difficile vivere con te
Chissà se sono io o sei te
Tu hai dato te stessa ok torno indietro
ma è un impegno troppo grande da portare

Da Ispezionando l'anima
Davide Paglionico
 

Affidarmi al domani (2011)
Il mio modo di pensare,
il mio prendere carta e penna,
il mio essere attratto dalle illusioni,
il mio abbandonare la realtà,
un giorno tutto questo arriverà al tramonto,
lascerà questa terra,
raggiungerà quello che ha meritato.
Meglio non pensarci,
meglio pensare
a quello che devo fare oggi,
a quello che ho fatto ieri,
a quello che ancora una volta ho rimandato,
il tempo è prezioso,
non posso sempre affidarmi al domani.
Il mio modo di agire,
il mio passeggiare per la città,
il mio giocare a pallone,
il mio stare con gli amici,
un giorno tutto questo partirà,
smetterà di aspettare le stelle,
non ascolterà più le onde del mare.
Meglio non pensarci,
meglio pensare
a questi due bagliori che ho incontrato,
a queste labbra che ancora non sanno,
a questa voglia di amarti
che non riesco a domare,
il tempo è prezioso,
non posso sempre rimandare.
Carlo Festa
 

La coscienza di ...
Lascio andare la debolezza del Fato
m'adatto alla coscienza di Zeno
il filo d'oro del cielo d'autunno collega l'anima alla terra
d'un grammo non peso di meno
d'organi consunti per l'inverno mi sono corredato
mente braccia polsi mani son pesi per il viaggio
guarigione senza confessioni come un allunaggio
la nave vento di pace cala sulla Madre Sierra
ed ecco un vento d'impeto di gelo
sconvolge la pelle e del suo sangue colo
so di chi sono le foglie che se ne vanno
cadendo non fanno danno
al freddo dell'aria guardo solo
ghiaccio agli occhi come un velo
la scia distante del mio volo...
enrico tartagni
 

Il profumo del tempo
Tornare indietro nel tempo
per riprovare ancor la trasgressione
le sue parole audaci,
tutta la sua passione.

Fugge il tempo: invano lo rincorri
il conto degli amori che hai perso ti presenta
poi a risvegliar nel cuore il sentimento
spesso in silenzio tenta.

Ti ricorda il rosato della pelle
il vibrare delle emozioni tutte elenca
ti fa suonare ancor la campanella
riprovar le sue carezze ardenti
la lingua che ti scivola tra i denti.

Per anni l’hai sepolta nell’oblio,
sì, l’hai pensata, ma solo di sfuggita,
sabbia che s’è dispersa dalle dita
ma dopo all’improvviso è ritornata
ancora la tua mente ha stuzzicato.

Ti chiedi com’è adesso,
ti domandi se a volte t’ha pensato
come il tempo nel cuore l’ha cambiata
come negli anni è stata..

In fondo un po’ d’amore m’ha donato,
non so cosa lei prova adesso,
cosa in tutti questi anni ha mai pensato.
So quello che provo io a lei pensando
ed oggi mi sembra d’essere un dannato.

(Boccheggiano 9.6.2021 – 00:16)
Salvatore Armando Santoro
 

(luna en Piscis)
estoy de vuelta,
estoy de vuelta,
estoy de vuelta
y ningún hombre ya jamás
podrá encerrarme en sus abrazos.

Estoy de vuelta a la inocencia.
Regreso a la que una vez fui.

¿Será que me muero pronto?

Es extraño este regreso.
Es como nunca haberse ido
después de una negarse,
escupirse tres veces en la cara,
conjurar el nombre
que siempre fue el propio.

No sé si me explico.
No sé si alguna vez
pueda volver a intentar explicarme.
No vale la pena.
El regreso al punto de partida
es como nunca haber partido
y, a la vez, caminarse por dentro;
ver los pasos desandándose
y una niña,

una simple niña disfrazada de mujer sabia,
rotundamente regresa.
Mayra Santos-Febres

(luna in Pesci)
son di ritorno,
son di ritorno,
son di ritorno
e nessun uomo mai più
potrà stringermi fra le braccia.

Son di ritorno verso l'innocenza.
retrocedo verso ciò che fui una volta.

Sarà che presto dovrò morire?

È strano questo ritorno indietro.
È come non essere mai partita
dopo essersi rinnegata,
essersi sputata in faccia tre volte,
rinnegare il nome
che sempre fu tuo.

Non so se mi spiego.
Non so se una volta
possa tornare a spiegarmi.
Non vale la pena.
Il ritorno al punto di partenza
è come non essere mai partita
e al contempo camminarsi dentro,
ripercorrendo i propri passi
e una bambina

una semplice bambina travestita da donna saggia
decisamente ritorna.
Mayra Santos-Febres                traduzione di Nino Muzzi
 

Il passo che accarezza la terra
Sono il passo che accarezza la terra
il brivido che mi attraversa,
mentre mi perdo tra i boschi.
Alberto Vacchi     


Il doppio volto
Non me ne rendo conto nemmeno
Ma sono una donna che stupisce
E una donna che si stupisce.
A volte creatura tutta terrena
Amante dello shopping e sensibile
Ai complimenti degli uomini
Ma nello stesso tempo donna
Che quando entra in chiesa
Si commuove fino alle lacrime
Davanti alle immagini sacre.
Sono così forse da sempre
Ma il duplice aspetto è emerso ora

Mi piace essere così e ne vado fiera.
Guai al mondo cambiare!

4 Giugno 2021
Sandra Greggio


Immobili luoghi
Non mutano gli inanimati
luoghi, dove abbiamo
ricordi vissuto.
Sono lì.
Immagini immobili.
Come li abbiamo
lasciati nel trascorso
passato. Fuggito.
Sono rimaste le
rimembranze, come
istantanee nell'album della
mente. Sbiadite.
Ancora lì.
Ferme.
In quei luoghi.
Alessio Romanini
 

"Nel mare"
Bianche e lignee ossa di tronchi,
il vento, di rosa colora,
i vostri silenzi e sospiri.

Di noi, di sale e sole giunchi,
la sabbia, ogni orma già scolora,
nel mare dei nostri pensieri.

13 agosto 2021
Ben Tartamo


****************************

"In the Sea"
White and wooden bones of logs,
the wind, of pink colors,
your silences and sighs.

Of us, of salt and sun reeds,
the sand, every footprint already fades,
in the sea of our thoughts.

August 13, 2021
Ben Tartamo


*************************

"En el mar"
Blancos y de madera huesos de troncos,
el viento colorea de rosa
tus silencios y suspiros.

De nosotros, juncos de sal y sol,
la arena, cada huella ya descolorida,
en el mar de nuestros pensamientos.

13 de agosto de 2021
Ben Tartamo

 

Calderon de la Barca, col dir " La vida es sueño" e Garcia Lorca, col dir "La vida no es sueño. Alerta! Alerta! Alerta!" sono agli estremi di un ponte traballante sul quale passano dubbi, incertezze, speranze, illusioni. Cos'è la vita, cosa sono i sogni? Questa la domanda esistenziale, vero nodo di Gordio.

Vita sogno, sogno vita.
Come di specchi in gioco s'intreccian vita e sogno,
grovigli di speranze, certezze ed illusioni.
Se sia la vita un sogno, sogno la vera vita,
rimane un dubbio arcano la mente a macerar.

Così pur ci ripaga per questa vita il sogno.
Concreto come quella ritorna inaspettato,
da siti oscuri in notti ci è stato regalato
e a siti ignoti alfine nell'alba tornerà.

Così pure la vita, dono che non chiediamo,
percorso ch'è obbligato, che a un termine è votato.
Pure nel suo finire v'è alcuna differenza
sia lieta o addolorata di certo finirà.

Son specchi e all'infinito raddoppian l'emozioni,
e ad inseguire sogni viviam la nostra vita.
Fantasmi della mente sembrano e vita e sogni
è dal pensier che forse l'inganno nascerà.
Piero Colonna-Romano
 

Vestirsi di gioia
Dicono
che sta tornando l'autunno,
che nuvole grigie
nascondono il cielo
e folate di pioggia
hanno ingrossato
il letto del fiume,
dicono
che l'ululato dei tuoni
ha spezzato
la bellezza dei rami
e cumuli di foglie
stanno gonfiando
l'erba dei giardini

loro hanno negli occhi
sguardi di paura,
sentono il freddo
che corre nelle mani
mentre sfogliano l'affanno
dei pensieri,
non sanno ancora
che per amare l'autunno
bisogna vestirsi di gioia,
fermarsi
ad ascoltare le colline,
farsi sfiorare
da un soffio di vento,
da una foglia che cade.
Salvatore Cutrupi


Poesia consigliata
-Leggi le altre-

 


Racconti e testi vari
 

 



 Commenti - Poesie consigliate



 

Pagina iniziale

Tematiche e testi

Poeti del sito

 

 Poetare | Poesie | Licenze | Fucina | Guida | Strumenti | Metrica | Figure retoriche | Creazione | Autori | Biografie

Torna su

Poetare.it © 2002