Commenti sulle poesie
 

Pagina iniziale

Tematiche e testi


Poetare | Poesie | Licenze | Fucina | Strumenti | Metrica | Figure retoriche | Guida | Lettura | Creazione | Autori | Poeti del sito

Poesie consigliate     La Giostra della satira     Recensioni    La Sorgente delle poesie   Scrivi il tuo commento      Vedi la rubrica




NO COMMENTI
Salvatore Armando Santoro

 

 

Commenti Gennaio-Marzo 2018      Commenti Aprile-Giugno 2018    Commenti Luglio-Settembre 2018     Commenti Ottobre-Dicembre 2018
Commenti Gennaio-Febbraio 2019    Commenti Marzo-Giugno 2019   Commenti Luglio-Settembre 2019  Commenti Ottobre-Dicembre 2019
Commenti Gennaio-Marzo 2020 Commenti Aprile-Giugno 2020



2020
 

5-6 Luglio

Ringrazio il nostro anfitrione per la sua generosità, il caro Magister Lorenzo. Un saluto di stima e ammirazione al Vate Piero Romano Colonna che è supporto e pilastro del nostro Tempio Azzurro.
Grazie Sandra per le belle parole che ancora non merito. I miei commenti arrivano non solo dalla lettura ma dal tentativo di conoscervi e studiarvi. C'è sempre del talento cui noi dobbiamo fare riferimento per migliorare e questo può accadere solo condividendo e LEGGENDO. Quindi cara Sandra continua a scrivere dando fondo a tutte le risorse poiché in poesia sono inesauribili e avrai in me sempre una lettrice accanita e attenta.
Grazie a tutti quelli che mi commentano. Farò tesoro delle Loro parole, della critica e del tempo che mi dedicano. Felice Poetare a tutti.
Jacqueline
 

 

Poesie d'esordio

 

Strettamente Personale

Un impeto passionale e un amore che resta timidamente nascosto tra i moti del cuore. Una tempesta che sferza nonostante sia una palese richiesta di un abbraccio sentimentale corrisposto. La poetessa ci narra il modo complicato del sentire e del percepire il trasporto della passione. Grazie.

Paola Bortolotti

 

264

Complice la luna

Eheeeee, se sapessero le stelle i segreti che questo piccolo satellite custodisce. Alziamo lo sguardo, di notte quando la Luna appare bonaria e le confidiamo i più intimi desideri prima del sonno, sperando che i sogni portino quell’antipasto di veridicità che l’alba spesso fa mancare. Insomma quanto è bravo questo poeta che appoggia la sua miracolosa scala di versi al celeste, sale e da lassù spiffera tutti i bisbigli alieni che noi terrestri non potremmo mai decifrare. Grazie.

Felice Serino

 

Vie anguste

ho gambe troppo lunghe

per queste poche stanze

il cuore batte strano sempre più dentro

Io approvo questa distinzione tra bene poetico e oltre poetico. Gli uomini hanno tutti talento ma non tutti percepiscono l’oltre da usare per uscire dagli schemi. Mi piacciono col loro intero peso_certi versi di Bruno che simboleggiano Bruno. Una poetica spesso uniperimetrale, ovvero come una degustazione della tradizione che spesso lascia il viaggiatore non completamente sazio, ma se Bruno usasse questa poetica per evolversi, ecco che avremmo già le porte preparate per altre meraviglie. Per me la poesia non ha regole o canoni precisi ma deve ispirare _mi deve trasmettere emozioni, sensazioni, ossessioni, fissazioni. Poesia è amore per se stessi anche quando sembriamo delle catastrofi per gli altri. La poetica moderna esige versi come quelli di Bruno perché ci siano futuri idoli e soprattutto lavori capace di generare spiriti migliori. Complimenti. Grazie.

Bruno Amore

 

Brandelli…

Un desiderio di liberare la donna che freme dentro quella prigione “poetica” … una delicatezza di nelle movenze quasi spettrali che altri non notano … una evoluzione, una consapevolezza. Grazie.

Isabel Gide

 

L'impero della pace

Un dipinto con mostri dalle anime gelide che spingono alla guerra, la tristezza e involuzione umana e la mancanza di giustizia e fratellanza. La speranza è prigioniera nelle teste calde della politica e poi avanti soldati all’assalto! Quei soldati sono amici, fratelli, chiunque di noi. Una guerra vale una vita? Grazie.

Patrizio Spinelli

 

I miei pensieri

Sogni, amore, stelle e silenzio … pensieri che scorrono come un fiume e Vincenzo trova la pace appena si insera poiché nei sogni il suo rifugio è sicuro. Grazie.

Vincenzo Melino

 

I giorni del virus

Un Poema sul vissuto solitario durante la Pandemia. Una riflessione sul come il sociale evolva o regredisca ai nostri tempi. Grazie.

Armando Bettozzi

 

Profumo D'Estate

Una estate leggera che Alessio dipinge con una senso di positività e leggerezza. Personalmente (e mi ripeto lo so) preferisco l’Alessio malinconico o meglio l’Alessio che esce dal guscio e dona qualcosa della propria emotività, della sua sconfinata sensibilità ma proprio questa musicalità alza monumenti poetici (a mio modesto parere). Grazie.

Alessio Romanini

 

Il momento del cuore

Sandra ha cuore e lo riversa e vede attraverso i suoi battiti. Ogni ragione della sua esistenza diventa una missione di bene ed è vero ciò che scrive in versi. Proprio il bisogno di stare vicini quando tutto va male, fa nascere delle semplici domande “perché  non ogni giorno gentili? perché ci comportiamo spesso come dei nemici?” – lei stessa ci risponde coi suoi consolidati versi di fede. Una poesia semplice come una stretta di mano eppure … anche una stretta di mano può generare grandi sentimenti nelle persone. Complimenti. Grazie.

Sandra Greggio

 

Poesia smarrita

La poesia diventa una grande ragione di vita. Poco compresa da molti dalla mente ferocemente limitata e fredda. La poetica di Piero ha una foce e diventa quell’attimo consolatorio in cui a briglie sciolte il suo spirito va lontano. La poesia deve avere come referente il nulla, scrisse Mallarmé. La parola è un elemento indispensabile per liberare poesia dalle sue catene e Piero usa la parola per svincolare dalla appartenenza all’autore quella purezza “poetica” che non va trattenuta. Il finale è crepuscolare poiché la nostra dipendenza dalla storia moderna ci spinge o verso “le età d’oro dell’Umanità” o verso una fuga senza meta tra civiltà confuse, mediocri e spesso per nulla esigenti in fatto di crescita personale. Imparare a liberare “se stesso” potrebbe essere il lavoro di una vita come questo poema smarrito. Complimenti. Grazie.

Piero Colonna Romano


 

Ringrazio per la sua generosa ospitalità il nostro pregiato Magister Lorenzo. Un saluto di stima al nostro Vate Piero Romano Colonna. Buon Poetare a tutti.

Jacqueline

 

Deliziosa la poesia di Piero Colonna Romano, seppure dal finale triste. La Poesia è sconfitta ma a me piace pensare che “quel brivido arcano ch'arde la mano” (stupendo) possa ritornare. Approfitto di questo spazio per ringraziare Jacqueline, che con i suoi commenti mi aiuta a non demordere mai, perchè a volte anche a me manca “quel brivido arcano ch'arde la mano”. Jac, le tue poesie sono lontane mille miglia dalle mie, mi limito a dire che ti ammiro molto per il fiume di bellissime parole che ogni giorno riversi nel mare azzurro di Poetare. Complimenti!
Grazie a tutti, in particolare al Magister Lorenzo. Buon poetare!
Sandra Greggio

 

5 e 6 luglio 2020

Poesie d’esordio:

Paola Bortolotti –Strettamente personale-: La narrazione di un rapporto complicato detta con immagini iperboliche, per dire di una profonda pena, mediante l’uso di liberi versi densi d’emozione.

Poesie del giorno:

Felice Serino -264 Complice la luna-: L’emozione che può regalare il sogno, sintetizzata dai bellissimi versi di Felice.

Bruno Amore –Vie anguste-: Magistrale metafora per dire di quanto angusto possa essere lo spazio nel quale si vive, per contenere quel che sogniamo. Ed ecco che tutto appare prigione, ecco che le piccole soddisfazioni (quel papavero rosso che pare abbandonato) non hanno più senso. Leggo così questa di un Bruno sempre più convincente nel suo poetare.

Isabel Gide –Brandelli…-: Uno smarrimento esistenziale, causato da una vita che non appaga e dalla quale si vorrebbe evadere, detto con perfetta sintesi poetica.

Patrizio Spinelli –L’impero della pace-: Un impero che ha attraversato il mondo da sempre è quello che Patrizio descrive con questi suoi durissimi versi accusatori. Un impero dove prevale l’incivile violenza sopra il desiderio di pace e giustizia. Un impero oggi imposto da personaggi squallidi che, democraticamente (sic!) eletti, impongono (e a breve imporrano anche qui nel Bel Paese) una loro utilitaristica visione dello sfruttamento del più debole, a favore del più forte, del più ricco. Poesia esemplare, per il messaggio di civiltà che propone…e per l’utopia dalla quale nasce.

Vincenzo Melino –I miei pensieri-: Suggestive e belle immagini per narrare di un esigenza di pace e di sogno.

Alessio Romanini –Profumo D’ Estate-: Le suggestioni che possono donare l’estate ed il mare, con i loro profumi e colori, qui narrate con versi che disegnano belle immagini e  profonde sensazioni.

Sandra Greggio –Il momento del cuore-: C’è stato un effetto benefico in questa pandemia: quello d’avvicinare persone che prima parevano tra loro indifferenti. E Sandra questo rileva e su questo riflette con questi suoi significativi e bei versi.

Jacqueline Miu –That’s Amore-: Si rischia smarrirsi leggendo Jac, per quei bruschi cambi di proposte culturali e di visioni che hanno dell’onirico. E bisogna rileggere, quindi , per trovare il bandolo di un sentire amore. Amore che attraversa e rende logica questa serie di versi densi di passione. E così ci imbattiamo in un azzardato (blasfemo, forse) accostamento di Mozart con Philip Glass, passando dal grandissimo Giovanni Sollima. E troviamo versi da in corniciare per la bellezza e la forza che hanno, tipo : “le liturgie frementi del tramonto”. Per poi restare affascinati dall’anafora “usami” che parrebbe il premio per l’invito iniziale (Vieni stasera al solito posto) e che invece è ulteriore promessa di rendere migliore l’essere (“sono qui per insegnarti a tremare/per migliorare ogni paura vivente nella tua adrenalina” afferma la nostra incommensurabile poetessa) che, inevitabilmente sarà that’s amore. E, ovviamente, applausi e richiesta di bis.

Il più cordiale dei saluti a voi tutti, in primis al nostro generoso Lorenzo.

Piero Colonna Romano
 

. Jacqueline, carissima, con le tue parole sulle mie ... parole, m'hai consentito di inserire - orgogliosamente - una stellina sul "mio personale cartellino" (espressione di un noto allenatore e giornalista di basket) di autostima.
Grazie.
Buona domenica.
br1
 

 

4 Luglio

4 luglio 2020

Poesie d’esordio:

Elisa Buonanoce -Nel silenzio di un attimo infinito l’attesa-: Il rimpianto per ciò che non si è saputo tenere, detto con versi densi di profonda malinconia.

Poesie del giorno:

Giuseppe Gianpaolo Casarini –Belle di notte-: Perfetta, suggestiva descrizione di questi fiori che profumano le notti, quasi a volerci addolcire il sonno, resa dai bei versi del bravissimo Giuseppe.

Claudio Badalotti –Rose di maggio-: Una dolcissima similitudine tra il profumo delle rose di maggio ed il profumato ricordo di un romantico dopo, in bellissimi versi densi di grande tenerezza. Complimenti, Claudio!

 Arturo Guzzardi –Disprezzata via-: Talvolta le scelte di vita che si fanno paiono inevitabili, per le tentazioni che offrono, ma il passare del tempo può rivelarne l’illusione, l’errore. Così Arturo mette in poesia quella che pare essere stata precipitosa e sbagliata scelta, con liberi versi che dicono pentimento.

 Felice Serino -263 In un levarsi di voli-: Duplice inganno dunque: quello di Penelope per rendere infinito il tempo di una scelta e quello del nostro sfogliare le ore di un tempo circolare che da nessuna parte porta. (uroburo è detto quel serpente circolare che il tempo rappresenta, nella sua circolarità) e per narrarlo Felice intesse versi di gran pregio poetico, per il nostro piacere.

Bruno Amore –l’elogio della solitudine-: Intensa riflessione sull’apprezzata solitudine, quella che consente libertà impensate e lontananza dalla confusione, detta con i bei versi di Bruno che mi sembra concordino con l’affermazione di  Leonardo che recitava: “se tu sarai solo, tu sarai tutto tuo”.

Fausto Beretta –Nonostante-: Negli intensi e bei versi di Fausto sento risuonare la tolleranza ed il  saggio ed umano relativismo. E come non concordare?

Jacqueline Miu –Bumblebee in New York-: Leggere Jac e perdersi nel sogno è tutt’uno. Leggere Jac e restare senza fiato è conseguenza inevitabile. Leggere Jac e desiderare ricominciare dall’inizio è obbligatorio. Ed anche oggi, in questa occasione, si resta stupiti per l’appassionata fantasia dalla quale questi versi nascono ed, inoltre, quei richiami colti che li punteggiano, dicono tutto di questa eccezionale scrittrice di passioni, di sogni e di libertà. Scontati e doverosi applausi, come sempre.

Alessio Romanini –Cuor di cipresso-: La pena per un amore smarrito fa diventare un viso simile ad un rugoso, virente cipresso. Leggo così i descrittivi versi del nostro Alessio.

Carlo Chionne –Invito a Quercianella-: Bentornato, caro Carlo! E goditela per intero questa estate, continuando a far godere noi dei tuoi magistrali versi. Un caro saluto.

Salvatore Cutrupi –Se fosse-: Il gioco del “se fosse” tradotto in versi da Salvatore per narrare dei suoi desideri coinvolgendoci con le belle, romantiche immagini che ha saputo creare.

Sandra Greggio –Ghirlande di versi-: Con una bellissima immagine, narrata nei primi quattro versi di questa apprezzabile poesia, Sandra narra, con maestria, dello svanire di un amore.

Il più cordiale dei saluti a voi tutti, in primis al nostro generoso Lorenzo.

Piero Colonna Romano

 

3 Luglio

40 - 1 = 39

Un dono poetico ma soprattutto di coraggio. Il disgusto per l’ingiustizia. Grazie.

Alberto Borgia

 

Lo scoiattolo e la natura oggi

(tempo del Corona…)

 

Che strana questa meditazione sull’agilità dello scoiattolo e il nostro vivere con la Pandemia. Grazie.

Fausto Beretta

 

L’odorosa verde menta selvaggia

Giuseppe ci trasporta coi suoi ricordi e nell’almanacco naturale, dove la flora lascia un imprinting emotivo sul lettore. Mi complimento.  Grazie.

giuseppe gianpaolo casarini

 

"Mutevoli cose"

Una schiusa, un tempo per usare le ali con cui si nasce e quelle ali anche metaforiche esistono per reggere e creare ANCHE belle poesie. I colori di una farfalla sono i colori della vita, il tempo è solo un bacio in forme diverse che spesso non lasciano impronta del loro passaggio ma chi è baciato sa … sa ka forma, l’0anima, lo spirito che lo spinge a esistere. Grazie.

Cristiano Berni

 

Tecnicamente è mattino

L’etere è un mondo che assorbe, le cose che vivono sono misteriose e probabilmente perenne, cose destinate a sfuggire a regole e controlli. Manipolazioni. Il tempo non è scandito dal giorno e dalla notte, il non tempo è una rete … che strano mondo il nostro mondo, creiamo cose in cui intrappolarci per poi cercare di uscire sperando ci siano albe ad aspettarci … ma allo specchio il tempo è già quasi alla fine. Grazie.

(Francesco Abate)

 

Lei e il vento

La mente insegue la bellezza. Il nostro poeta erge un templio di versi per lei che toglie l’aria al vento. Grazie.

Jacopo Bonfanti

 

262

Vita contromano

 

(a James Dean)

 

La triste fine di un grande del cinema americano, in un incidente automobilistico con la sua Porsche Spider 550_ auto che portò sfortuna a chiunque ne acquistò i pezzi. Grazie.

Felice Serino

 

Bilancio di...parole.

Splendida. Vedi Bruno tu hai un modo tutto tuo di fare parole (un po’ come colui che vede il bicchiere mezzo pieno). Le tue parole sono spesso pilastri forza di qualche tua costruzione o gli arti di qualche metaforica creatura che sai alimentare bene e che noi con doverosa gratitudine per la tua invenzione e cura, abbracciamo. Meriti questo encomio giornaliero e credo a vita. Grazie.

Bruno Amore

 

Empatia

Parole che parlano di sensazioni, versi che elogiano gli stati d'animo, un incontro che premia le attese. Grazie.

23 Maggio 2020

Sandra Greggio

 

Crepuscolare

Un abbandono serale al coro di voci che sussurrano al poeta. Uno spiraglio di luce ma sempre tenue che accarezza le mente poetica del nostro Alessio. Grazie.

Alessio Romanini

 

 Un ringraziamento al nostro generoso Magister Lorenzo. Un saluto di stima e ammirazione al caro Vato Piero Romano Colonna. Buon Poetare a tutti.

Jacqueline

 

3 luglio 2020

Poesie d’esordio:

Alberto Borgia -40 – 1 = 39-: Credo che con questi versi, densi di indignazione e dolore, Alberto commemori il giornalista Peppino Impastato, ucciso dalla mafia molti anni fa a Cinisi.  Comunque l’intensa poesia di una grande ingiustizia tratta e bene esprime il sentire del sensibile poeta.

Poesie del giorno:

Fausto Beretta –Lo scoiattolo e la natura oggi-: L’eleganza delle movenze di uno scoiattolo porta Fausto a considerare quanta diversità ci sia con questo nostro vivere attuale, dove bellezza ed eleganza paiono cancellati da un virus che ci costringe all’esilio.

Giuseppe Gianpaolo Casarini –L’odorosa verde menta selvaggia-: Colori e profumi della natura sono, per Giuseppe, ispiratori di ricordi di tempi antichi che, nei suoi versi, tornano vibranti affetto e malinconia. Nascono così poesie autobiografiche, dolcissime e coinvolgenti per quei paesaggi, quelle usanze, quei personaggi così bene rappresentati di suoi bei versi. Complimenti, caro amico.

Cristiano Berni –“Mutevoli cose”-: Le mutazioni che il tempo passando può produrre sull’uomo  sono qui narrate dai bei versi rimati di un ispirato Cristiano.

Acquaviva –Tecnicamente è mattino-: Prigionieri della rete, dunque, col destino determinato da quei tecnici arancioni che manipolano (speriamo correttamente) cavi di tutti i colori. Non sono sicuro che “tecnicamente” sia mattino; quel che oggi accade somiglia di più al tramonto di una civiltà che rinascerà mutata (in peggio?) al mattino. E incrociamo le dita.

Jacopo Bonfanti –Lei e il vento-: Il miracolo di una lei, aerea e affascinante, ecco che, all’improvviso, si concretizza. E muto viene il vento e mente e cuore. Così narra la sua emozione il nostro Jacopo e ci regala romantici versi.

Felice Serino -262 Vita contromano-: Omaggio a quello che fu icona e simbolo della “gioventù bruciata” americana (anni 50/60) reso con versi d’alta poesia di un ispirato Felice.

Bruno Amore –Bilancio di…parole.-: Bilancio di una giornata positiva, dunque, ornata di preziose ed apprezzate parole, narrata con versi che dicono giusta soddisfazione. Aggiungo, meritato, un ulteriore complimento.

Sandra Greggio –Empatia-: Un piacevole incontro, dopo lunga assenza, tra due persone che si stimano, fa scorrere fiumi di parole. E Sandra bene narra quel sentire, con i suoi versi.

Jacqueline Miu –polpette fredde nei giorni del melograno in fiore-: Questa deliziosa biografia della nostra Jac ci aiuta a conoscerla e ad apprezzarne meglio lo spirito critico e la sua capacità d’analisi dell’uomo, dei sentimenti, delle relazioni, nonché il suo sottile senso dell’umorismo. Cin cin, Jac, con una boule (colma) di Delamain Vesper XO a temperatura ambiente.

Alessio Romanini –Crepuscolare-: Bella descrizione di un sereno sentire, ambientato in un pacifico tramonto sul mare.

Il più cordiale dei saluti a voi tutti, in primis al nostro generoso Lorenzo.

Piero Colonna Romano

 

 

Sapore salato

La schiusa del fiore chiamato memoria … l'apprezzamento della scrittrice di quel viaggio attraverso i ricordi che hanno edificato un amore. Grazie.

Gabriella Brancaleone

 

C'era una volta

La riflessione del tempo in cui gli odori, i sapori e la stessa Terra erano genuini. Bruno da ottimo osservatore qual è ci mostra dove ci ha portati il consumismo e lo sfruttamento di ogni cosa intorno a noi. C’è persino della nostalgia ma come dargli torto, una volta nevicava per Natale e la gente si godeva le Domeniche a casa ... capitava che piovesse spesso, ora c’è una stagione sola di siccità terrestre e umana. Ottimo pensiero. Grazie.

Bruno Amore

 

Osservando il tuo sguardo

una ispirazione - unione in uno spazio tempo infinito, un amore per l’ispirato Poeta come nutrimento e rigenerazione dell’anima. Un poema lode al principio bene di ciò che ispira l’amore, Claudio è immerso in questo sposalizio con questa idea felice che rende leggera questa importante lettura. Grazie.

Claudio Badalotti

 

Domenica delle Palme

Affresco degno dei ricordi della Bassa in cui l’ironia sposava la causa politica o quella di Dio. Usando il pretesto della Pandemia ecco il personaggio “sindaco” del nostro fantastico Fausto, caricarsi di una croce da esporre sulla via. Ora, l’ironia è una devota serva di una arguta mente ed il confine con la satira non è stato oltraggiato. Si resta in tema e noi leggiamo usando le nostre celluline grigie come motore per la comprensione. Una commedia nella tragedia ma è sempre stata così la sfida tra laici e fedeli  (vedi Don Camillo col suo Cristo parlante e il suo avversario Peppone), Complimenti. Grazie.

Fausto Beretta

 

Piange la luna

Versi sul mare che accoglie le barche dei fuggitivi, versi sulla Luna che interpreta una parte triste quando guarda impotente alle disgrazie umane, versi sulla indifferenza dei gabbiani che non condividono il dolore di chi vede il mare solo come un confine da superare. Armando oggi parla di una realtà storica importante. Grazie.

Armando Santoro

 

Il giglio di Carniola

Amante della natura, intenditore e narratore. Questa leggenda a me inedita è spunto per un arricchimento. Come sempre, l’ottimo Giuseppe ci porta un “pasticcino” _ un fiore dal colore che ispira alla vita. Grazie.

giuseppe gianpaolo casarini

 

261

Sinergie

il sogno oltre il portale che il nostro poeta inventore di un proprio stile oramai, ci offre con voli e sembianze luminose. Questi mondi che sono pari a un Eden ma sono più vicini ai mortali dei quali Serino scrive spesso, Trovo gratificante leggerlo poiché ha una espressione diversa dal normale, c’è una sorta di inquietudine nello stile che mira come tutte le poetiche alla bellezza ma non è mai scontata. Sempre una ottima lettura. Grazie.

 

* definizione di Freud del sogno

 

Da Nell'infinito di noi

Felice Serino

 

Luglio nel mare del Sud

La nostra bravissima poetessa ci conduce in questo baldanzoso mare di luglio, tra risacche, alghe, mano divina che dona conforto quando alle rive e un sole rigenerante. Antonia salva le impronte poetiche nelle spume e poi danza per noi con tutta l’estate che lei descrive. Complimenti. Grazie.

Antonia Scaligine

 

Il tempo dell'alba

Una metafisica dell’intensa vivere emozionale. I respiri della sera e dell'alba una congiunzione tra due mondi, onirico e presente, sogni e realtà. Una magia che regge un mondo di discorsi poetici e Tiziana li riporta in versi. Brava. Grazie.

Tiziana Cocolo

 

Ricordati di me

Una dichiarazione d'amore che supera le barriere temporali. Versi del bravo e romantico Antonio che dovrebbero arrivare al cuore col loro tripudio passionale. Grazie.

Antonio Scalas

 

Amicizia preziosa

Sandra va al guado con la fantasia e la sprigiona. I suoi versi non sono mai incolori. Lei medita poi cerca una luce brillante e lunare in cui rigenerarsi. Le sue amicizie ultraterrene non le ha mai perse e scoperto ciò, allegra come una bambina, mette in versi l'intero percorso del suo pensiero. Ammirevole. Brava Sandra. Grazie.

Sandra Greggio


 

Ringrazio il generoso Magister Lorenzo per la sua ospitalità. Saluto con stima il Vate Piero Romano Colonna. Buon Poetare a tutti.

Jacqueline

 

2 Luglio

Preghiera d’emigrante

Toccante, patriotica narrazione, emotivamente intensa sul tema della-emigrazione. La vita e i sacrifici fatti in paese straniero da un uomo il cui desio finale e di potere tornare anche da  @cenere@ nella propria terra. Grazie.

Vito Bologna

 

Al di là del sole

Le porte della nostra esistenza, un oltre erotico condiviso da bene e male eppure fiero delle sue chimere e sono proprio queste chimere che alimentano la passeggiata notturna, meglio dire la passeggiata onirica del nostro bravo poeta. Grazie.

Claudio Badalotti

 

Questo amore

Angelo simbolico e dietro l-angolo prende una forma umana Delicatezza poi forza e Fausto con grande charme evoca la sua migliore chimera @poesia@ per dire del suo sogno. Complimenti. Grazie.

Fausto Beretta

 

È ora

Una pace, un ritiro dai @casini@ meritato, riposare la mente o meglio nutrirsi di qualcosa di appagante nei versi di questa brava poetessa. Grazie.

Eleonora Pozzuoli

 

Angelo innamorato

Nell-animo della poetessa non esistono confini quando si tratta di esprimere il suo passionale amore. La leggiamo e troviamo una esplosione di colori … Grazie.

Eleonora Segreto

 

L’uomo con il falcone

un'immersione nel ricordo, i personaggi che ispirano i versi sono quelli che sembrano voler vivere per dire della vita e della natura di sentimenti che legano uomini e i loro animali in questo caso / il falco.. Grazie.

giuseppe gianpaolo casarini

 

260

Allunate derive

una fiammella, oppure la scia di una chimera in questa deliziosa composizione del nostro bravo poeta. Grazie.

Da Nell'infinito di noi

Felice Serino


 

Un ringraziamento al nostro Magister Lorenzo e al nostro Faro il Vate Piero Romano Colonna. Auguro ai sitani una felice giornata. Buon Poetare a tutti.

Jacqueline

 

 

2 luglio 2020

Poesie d’esordio:

Gabriella Brancaleone –Sapore salato-: Versi densi di malinconia, nati da un ricordo d’amore svanito nel tempo. Poesia ben ritmata e costruita su rime prevalentemente in “ato” che con forza sottolineano ciò che non è più.

Poesie del giorno:

Bruno Amore –C’era una volta-: Odori e sapori d’un tempo svanito, che tornano alla mente e costringono a paragoni tra epoche diverse e tra sentimenti e desideri diversi. Bruno analizza epoche diverse e diversi modi di vivere e di guardare alla natura, emettendo condanna per gli irrimediabili  disastri che l’uomo ha causato, con questi forti versi dall’amaro sapore.

Claudio Badalotti  -Osservando il tuo sguardo-: In principio era amore e l’amore era presso il cielo, parafrasando quel che in principio era il verbo. A questo mi fanno  pensare i versi, densi d’amore, di un Claudio che, appassionato di filosofia presocratica, di Anassimandro li fa risuonare. Così dice amore, con forte intensità romantica, col suo bel poetare. Complimenti.

Fausto Beretta –Domenica delle Palme-: Scontato pensare a Guareschi ed ai suoi due indimenticabili personaggi. Ma Fausto narra qualcosa di reale, e ci dice che gli effetti di una tragedia possono essere imprevedibili e  possono portare a solidarizzare personaggi di opposta fede. Così, con bel poetare, il nostro ottimo amico disegna un delizioso quadretto che ricorda, con grande realismo, Don Camillo e Peppone diventati Don Achille e Curzio.

Giuseppe Gianpaolo Casarini -.Il giglio di Carniola-: Versi che mi fanno tornare alla mente il bellissimo lago di Bled (e le sigarette dallo stesso nome, contrabbandate, in epoche ormai preistoriche, dalla confinante Slovenia). E tutto inizia con un fiore raro, dal bel colore arancio, narrato dagli ispirati versi del poeta amante della natura e suo attento osservatore.

Felice Serino -261 Sinergie-: Un sogno, dunque, narrato con la grande arte del Poeta Felice in versi che ci dicono cosa sia e perché apprezzare la (sua) poesia moderna. Complimenti vivissimi.

Antonia Scaligine –Luglio nel mare del Sud-: Delizioso affresco del mare nel mese di luglio, reso con versi ad alto contenuto poetico di un’ispirata, bravissima Antonia. Complimenti vivissimi, Antonia.

Tiziana Cocolo . Il tempo dell’alba-: Le suggestioni che può donare l’amore ambientate nei suggestivi panorami dell’alba e del tramonto e rese con versi che testimoniano della  maturità poetica della bravissima Tiziana. Doverosi applausi e vivissimi complimenti.

Antonio Scalas –Ricordati di me-: Un amore che supera tempi ed incomprensioni, per restare eterno nella sua forza, narrato con i convincenti e bei versi di Antonio.

Sandra Greggio –Amicizia preziosa-: Deliziosa metamorfosi, insomma, di un amicizia che, per non negarsi, anzi per divenire più salda, si trasforma. Belli questi versi di una fantasiosa e bravissima Sandra.

Jacqueline Miu –Ostriche a KERSANTON-: Un inedita Jac  si improvvisa guida turistica e ci porta per mano a viaggiare nelle suggestioni della Bretagna, in quel mare, tra quei fari che lo dominano e ci ingolosisce col racconto d’ostriche e di vini. Per chi non conoscesse quelle terre, quel mare, quei fari, suggerisco visionarli tra le immagini di google. Si resterà incantati e  si capirà meglio lo scritto della nostra amica, chiuso da una convincente analisi della natura di quelle terre e della gente che le abita.

A voi tutti il più cordiale dei saluti, in primis al nostro generoso Lorenzo.

Piero Colonna Romano

 

1 Luglio

1 luglio 2020

Poesie d’esordio:

Vito Bologna –Preghiera d’emigrante-: Commovente racconto di viaggi, alla ricerca d’altra e più dignitosa vita, compiuti da nostri emigranti in tempi non molto lontani da questi, narrato con i versi, fortemente ispirati, di Vito.

Poesie del giorno:

Bruno Amore –Rullano tamburi a oriente-: L’inevitabile mescolarsi, forse cruento, di etnie, qui raccontato, con toni profetici, dai forti versi, di un sensibile ed attento Bruno. Poesia sulla quale molti politici di un’ottusa destra dovrebbero riflettere, data la sua cogente attualità. 

Claudio Badalotti –Al di là del sole-: Un profonda riflessione sul vivere e sul suo senso, resa con significative immagini metaforiche che dicono del desiderio d’evasione da quel triste pensare, immaginandosi in un altrove ricco di musica suadente e colori appaganti. Poesia di grande spessore filosofico, regalataci da un riflessivo, bravissimo Claudio.

Fausto Beretta –Questo amore-: Prevert vagamente risuona in questi bellissimi versi dell’ottimo Fausto che ci regala questa poesia di grande bellezza e suggestione. Complimenti, Fausto!

Eleonora Pozzuoli –E’ ora-: Il forte desiderio di pace, dopo un vivere agitato da problemi e delusioni, molto ben raccontato da questi intensi e bei versi di Eleonora.

Eleonora Segreto –Angelo innamorato-: Un’appassionata dichiarazione d’amore, resa con versi dalla forte intensità emotiva che disegnano romantiche immagini, composti da un ispirata, bravissima, Eleonora.

Giuseppe Gianpaolo Casarini –L’uomo con il falcone-: Il ricordo dell’immagine di un uomo ed il suo falcone, rivive in questi bei versi di Giuseppe, assieme alla sua emozione d’allora.

Felice Serino -260 Allunate derive-: Il sogno di una misteriosa fanciulla, ispira questi deliziosi  versi, lievi come lievi pennellate, all’ottimo Felice che sa volare alto nella più pura poesia.

Jacqueline Miu –Mugle Mugle-: Un appassionata richiesta d’amore, nel più bello stile di quella passionale poetessa che è la nostra Jac, che anche in quest’occasione ci stupisce con le sue fantasiose, convincenti immagini, atte ad ottener quel che desidera. Così, tra richiesta d’umorismo e manicaretti (che immagino inutilmente afrodisiaci) che bruciano sui fornelli, arriva la richiesta di cantare all y need is love (puntualmente appagata). Quindi, tanto per chiarezza e dopo aver concesso la rottura di stoviglie varie, ecco l’elenco di quel che si preferisce (amore, cielo, verde, bere, mangiare e sesso , sesso ,sesso ecc.). Insomma la nostra strepitosa, sempre nuova e diversa, Jac  che ci diletta col suo delizioso comporre. Applausi.

Alessio Romanini –Passeggio nel vociare-: Interessante esperimento di madrigale, per narrare tenere immagini di bimbi nell’atmosfera di un giorno al tramonto.

Il più cordiale dei saluti a voi tutti, in primis al nostro generoso Lorenzo.

Piero Colonna Romano

 



Pagina iniziale

Tematiche e testi


Poetare | Poesie | Licenze | Fucina | Strumenti | Metrica | Figure retoriche | Guida | Lettura | Creazione | Autori | Biografie | Poeti del sito

Torna su

Poetare.it  © 2002