Poesie di Eugenio Flajani Galli


Home page  Lettura   Poeti del sito   Narratori del sito   Antologia   Autori   Biografie  Guida   Metrica   Figure retoriche



Amore di un tempo passato
Sono l'Amore di un tempo passato,
quando la vera felicità era innamorarsi.
Appartengo a un mondo ove tutto era incantato,
ove per dire "ti amo" bastava guardarsi.
Ho visto nascere e morire gioie e dolori,
ho visto l'alba e il tramonto di infiniti amori.
Della gioia ho conosciuto la leggerezza,
del pianto ho vissuto l'amarezza.
Del presente accetto le mancanze,
del futuro ignoro le sembianze,
del passato rammento le speranze.
Non è mio desiderio essere ringraziato,
non è mia volontà essere idealizzato,
chiedo solo di non essere dimenticato.


Arcobaleno di ogni colore
Non ho programmi, a nulla anelo,
in silenzio voglio giacere, fisso, a mirare il cielo:
dopo la pioggia è così lucente, infinito e sereno,
lascia intravedere tutti i colori dell'arcobaleno.
Momenti della vita per ogni colore,
indelebili ricordi che fanno battere il cuore.
Che batta per tristezza, gioia o ardore,
nulla cambia, perchè la vita è amore,
avvolta da un grande arcobaleno di ogni colore.
 

Ardimi
Ardimi, sei il fuoco che accende la mia anima.
Raffreddami, sei la neve con cui posso giocare.
Inondami, sei il ruscello che placa la mia sete di gioia.
Illuminami, sei la stella che segna il mio cammino.
Abbagliami, sei il sole attorno a cui mi muovo.
Fulminami, sei la saetta che si fa breccia nel mio cuore.
Sovrastami, sei il cielo che la mia vita ricopre.
Possiedimi, sei la belva che mi fa godere.


Nel bene e nel male
Tu, invitante fonte d'immenso piacere,
giaci insieme a me, e fammi godere;
fammi saziare del tuo inebriante odore
e bruciare del tuo ardente calore.
Fallo solo per me, ribollo di furore,
nessuna scusante: sono del giusto umore.
Lo ammetto, è un desiderio carnale,
ma non sai, io, quanto sono passionale?
Di te avrò sempre voglia, nel bene e nel male.
 

Il sole che splende nell'anima
Vorrei giacere in un lungo inverno
solo con te, in un letargo eterno.
Tu sei il sole che splende nell'anima
e che la mia tempra rianima,
riempiendomi di un infinito calore
che toglie ogni dolore.
Infuocami intensamente,
bruciami lungamente,
ardimi per ore ed ore,
tra le fiamme del tuo amore.
 

Predatore e preda
Non ti pare che sia un po' strano
questo sentimento che ci fa andare lontano,
passo dopo passo, mano nella mano?
Tu sei la mia bussola, io il tuo talismano,
ogni cosa per me farai, anche invano.
Io sono saggezza e ferocia, predatore e preda,
e non mi interessa che tu ci creda,
voglio solo guardarti negli occhi
sentendo sul mio corpo i tuoi sensuali tocchi:
sfiorerai il mio animo così delicato e puro
e sazierai il mio corpo così forgiato e duro.
Perchè, se il mio sesso può far impazzire,
il mio amore può far morire.
 

Dentro di me
Circondami di selvaggio immenso,
aura di remoto a cui sempre penso,
senza di te il nuovo non ha senso
giacchè l'amore per te è troppo intenso.
É verso di te che la mano tendo
e se non mi dai la tua non mi offendo.
Vorrei solo sentirti vegliare su di me,
vorrei solo sentirti vivere dentro di me.
 

Indole bestiale
Accendimi pian piano, come una fiamma lenta,
accarezzami dolcemente, come una brezza giocosa,
e ora abbattiti su di me, come pioggia violenta,
per poi travolgermi, come una marea impetuosa.
Accanto a me sei fin troppo naturale,
lasciando libera la tua indole bestiale;
concedimi, dunque, il piacere più primordiale,
facendomi gemere intensamente, come un animale.


Si chiama Amore
É nel buio dell'inconscio che si nasconde,
tra follie e gioie invereconde,
questo sentimento così indomito, così fatale
che ti può regalare una felicità astrale.
Ma fai attenzione: può essere mortale!
Dunque faresti bene a riconoscerlo,
giacchè è impossibile ignorarlo:
sboccia piano piano, come un fiore,
e le innervazioni pervade, come un tremore,
scorrendo dritto nel sangue, fino al cuore.
É una dipendenza grave: si chiama Amore.
 

Turbinio di emozione
Con occhi lucidi porgo lo sguardo al mondo:
è più avventuroso se si vive amando,
giacchè l'esistenza non è sola ragione
ma una girandola, un turbinio di emozione
che ti porta qui e là, su e giù, fino alla tentazione.
Ma a ogni male c'è sempre una soluzione,
e in amore occorre arrivare fino in fondo,
imparando tanto e a volte perdonando,
perchè insieme si rende più bello il mondo.
 

Solo il Signore
Il tuo profumo mi fa sognare,
i tuoi occhi mi fanno viaggiare,
ora è il momento di andare,
da te non mi potrei separare.
Non c'è tempo per pensare,
non c'è fiato per parlare,
non importano le parole,
ognuno dica quel che vuole,
a me ciò non duole,
parlate signori e signore,
mormorate ore ed ore,
io ascolto solo il Signore.
Che mi ha donato il vero amore.
 

Come d'incanto
Il tuo amore mi fa rimanere d'incanto,
che tu sia lontano o con me accanto,
stregandomi mi fai sognare tanto,
conducendomi alla gioia e al pianto.
Ma di un incantesimo non ne faccio un vanto:
ho solo voglia di giacere dolcemente,
e di godere avidamente,
mentre la tua magia mi riempie la mente.
Perchè di te ho voglia veramente.
 

Mi hanno chiesto cos'è l'amore
Mi hanno chiesto cos'è l'amore:
io so che è gioia e dolore.
È un incantesimo naturale,
che ti fa bene e ti fa male,
che ti eccita più della anfetamina,
che ti fa battere il cuore più della cocaina.
Spesso troppo forte te lo fa pulsare,
ma l'amore non lo puoi soggiogare.
Spesso ti fa impazzire,
perché puoi amare fino a morire.
Ma se non lo vivi fino in fondo,
avrai perso il sentimento più bello del mondo.
 

Esageratamente
Sono uno spirito libero e ribelle,
ho la passione che in me ribolle,
troppo forte, esageratamente,
troppo bella, tremendamente.
É un sentimento potente e temibile,
lo trovo nobile e rispettabile.
O ti spavento, forse, se sono amabile?
Ma il mio amore non lo devi temere:
o ti fa soffrire o ti fa godere,
aprendo le porte verso il vero piacere.
Quello di potermi avere.
 

Neve infuocata
Neve infuocata, come la tua carne bollente.
Prelibata primizia, da assaporare lentamente.
Ghiaccio fulminante, come i tuoi occhi scintillanti.
Armi letali, troppo splendenti, troppo brillanti.
Oro grondante, come i tuoi morbidi capelli.
Sempre i più solari, sempre i più belli.
Piuma fatata, come la tua soffice mano.
Mi accarezzi da angelo, non da umano.
Movimento sinuoso, come un serpente.
Tentami tanto, tentami forte, spudoratamente.
Parole dolci, come la più deliziosa cioccolata.
Per rendere questa notte eterna e incantata.
 

Ho fatto un sogno
Ho fatto un sogno
che mi ha ridestato il passato eterno,
e io vivo per non dimenticarlo,
per rammentare che Dio mi ha portato te
nell'incessante rinnovarsi della vita
e nell'inevitabile affermarsi della morte.
Se lo sogno, lo faccio per ricordare,
prima che la speranza si rarefagga,
la fantasia si spenga silente,
e la veglia riprenda il sopravvento.
Ora che il sole è risorto sogno di sognare te.
 

Fiera Selvaggia
Sognami. Di notte e di giorno.
Cercami. Nella luce e nelle tenebre.
Pensami. Sono una droga pesante.
Bramami. Sono una meraviglia rara.
Domami. Sono una fiera selvaggia.
Divorami. Con gli occhi e le labbra.
Toccami. L'anima e il cuore.
Amami. Se ne hai il coraggio.
 



Home page  Lettura   Poeti del sito  Narratori del sito   Antologia   Autori   Biografie  Guida   Metrica   Figure retoriche